Caos nella testa

Perdere  il senso di ciò che ha senso,

incartare i pensieri

e farne delle pallottole

da buttare.

 
Non trovare il cestino.

Oppure trovarlo

già pieno.

PIANO B

Provare a differenziare le emozioni,

schiacciare i sogni e attapparli.

Piangere

perché tutto è organico, anche i pensieri.

Distrarsi

pensando ai profumi, al pesco fiorito, al rosa della primavera.

Rattristarsi

perché la porteranno via,

come l’ immondizia.

Differenziare gli intenti

perché le emozioni non si può.

Differenziare gli amici, i fiori, le situazioni passate e quelle future immaginate.

Creare il caos.

E ridere, perché non avere il controllo

è sempre

temibilmente esilarante.

Autore: logout2016

Ego adepto terebravisse, ita scribo. O almeno così traduce google.

3 pensieri riguardo “Caos nella testa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: