Di grappe e pensieri

 


Immagina veloce un pensiero, 

e non hai tempo.

Però ti importa. 

Chè il pensiero è anche tuo.

Guardi distratto uno sguardo 

e vivi in sordina un momento, 

perché hai paura.

Ti lamenti 

di aver scelto il banale, di non ridere più. 

Di aver soffocato i sogni, gli intenti,

 di essere diverso da come sei diventato. 

Da come sei. 

E da come saresti,

perché  come saresti 

saresti facile. 

Basta leggere il pensiero al dritto, con 

attenzione, col cuore 

e a volte l’acceleratore

Scegliere il banale ridendo 

vivendo momenti sordi, 

E cantare a squarciagola una melodia 

 Che è solo nella tua testa.

Pubblicità

Autore: logout2016

Ego adepto terebravisse, ita scribo. O almeno così traduce google.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: