Tristezza

Mi piacciono le persone tristi.

Mi piacciono gli occhi tristi. Le persone che in situazioni conviviali hanno lo sguardo perso. Gli occhi grigi e i capelli arruffati. Mi piacciono le mani piccole che ricordano quelle dei bambini, quando l’infanzia però è oramai lontana. Le dita affusolate, corte, con le unghie mangiucchiate. Mi piace la tristezza come le giornate col cielo plumbeo in estate quando ti aspettavi di meglio. Ma il meglio non c’è. Mi piace la fragilità ostentata, e mi spaventa la felicità. La tristezza ha qualcosa da raccontare. La tristezza profuma di mancanza , è un autunno che non ricorda più come si fa a diventare primavera. La tristezza un tempo è stata estate.

Gli schizzi d’acqua dei tuffi allegri gli bagnano i capelli crespi, stinti dal sole , alla tristezza, ma non la fanno ridere. La tristezza rimane, abbracciata dalla musica di chi non sa, abbarbicata a una certezza. Con gli occhi chiusi ondeggia su una barca che galleggia in un mare terreo. E si addormenta. E mentre dorme sogna, e mentre dorme resta.

Triste.

Infinitamente

Autore: logout2016

Ego adepto terebravisse, ita scribo. O almeno così traduce google.

2 pensieri riguardo “Tristezza”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: