Raccontami la tristezza

A mio figlio voglio insegnare a raccontare senza vergogna la tristezza, l’affanno e il dolore. A non fare ammenda per il bisogno, a saper dire “non ce la faccio” e a dichiarare per diritto inappellabile una impellente necessità .

Perché imparare ad ascoltarsi e a chiedere è un percorso che obtorto collo ha radici mozze che affondano in una terra ancestrale. Ha a che fare con mostri che spesso non ci rappresentano, appartenuti ad altri.

Non nasciamo supereroi, possiamo credere di essere stati trasformati e poi inebriati da un triste compiacimento , ma conserveremo mancanze insondabili e insanabili.

Pubblicità

Autore: logout2016

Ego adepto terebravisse, ita scribo. O almeno così traduce google.

1 commento su “Raccontami la tristezza”

  1. L’articolo è sparito ma l’effetto su di me l’ha avuto. È vero ciò che dici è non ci ho mai pensato in questo modo, perché il comportamento che mi è stato insinuato è binario:vittoria o sconfitta. O ce la fai oppure scendi di un gradino. E fai bene ad insegnare a tuo figlio che non è così e che se ci sono radici che affondano in un terreno dove la scelta è sempre solo una, proprio quelle radici trovano risorse che non si sarebbero aspettate e rendono nuova la percezione della vita. Di fallimenti ne ho collezionato parecchi e ho impiegato non poco a capire che chi fallisce era a un passo dal realizzare ciò per cui aveva lavorato, mancava qualcosa, lo faranno altri ma lui non ha lavorato invano e non era il successo l’obiettivo ma la strada che come poteva ha percorso. Grazie e buona notte. Rò

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: