Vento

Il vento in Sardegna dimentica il suo suono e imita quello del mare. Soffia raffiche potenti che inondano le bouganville e scuotono i rami dei ginepri. Si ancora a volte in corridoi stretti a mattoncini, fra strade affastellate, poi si ricrede e gira su se stesso, all’improvviso. Si spinge oltre e quando si sente libero canta forte.

Il vento è mare, nave e naufragio. È sonoro ma intona un silenzio, melanconico, allegro, estroverso e diffidente.

Profuma di storie raccontate, trasportate, ha la consapevolezza della sabbia che si infila dove può e dove può restare. Tenace, a volte irritante, sembra riderti in faccia mentre osservi e ascolti, respiri e nuoti .

Il nulla che accade ti imprigiona, e rapito vivi.

Pubblicità

Autore: logout2016

Ego adepto terebravisse, ita scribo. O almeno così traduce google.

1 commento su “Vento”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: